Petclub
gravidanza cane

La femmina di cane dovrebbe avere tra uno e mezzo e due anni (aspettare almeno il 3°colore) prima di pensare a un accoppiamento perché deve essere sufficientemente adulta per diventare una buona madre per i suoi cuccioli. Deve anche essere in forma per sopportare i rigori della gravidanza, del parto e dell’allattamento.

Anche il profilo sanitario deve essere buono. Le vaccinazioni devono es­sere aggiornate e non deve avere parassiti; se vive in una zona affetta da filaria è bene che sia sottoposta al trattamento preventivo. Deve essere stata sottoposta ai test per le malattie genetiche tipiche della sua razza ed è utile che abbia fatto anche il test per la brucellosi, una malattia che si trasmette nell’accoppiamento e provoca la sterilità nei cani.

Le cagne vanno in calore per 21-30 giorni ogni 5 o 7 mesi. Il calore inizia al primo segno di sanguinamento e termina quando la femmina perde inte­resse nell’accoppiamento. La femmina non avrà interesse per il maschio anche durante la prima settimana dall’inizio del calore.

Il veterinario sarà in grado di valutare più o meno qual è il periodo giusto per l’accoppiamento, ma anche la femmina stessa ne ha un’idea ben precisa e lo dimostrerà alzando la coda e civet­tando coi maschi. I maschi dal canto loro non hanno bisogno di molto incoraggiamento. L’odore è un fortissimo richiamo fin dal primo giorno, e la sola cosa che li tiene lontani è la femmina che rifiuta di accoppiarsi.

Il periodo di gravidanza varia tra i 58 e i 70 giorni. Esiste anche il caso in cui si possa verificare una falsa gravidanza, una gravidanza solo ormonale. Si tratta di un fenomeno diffuso: la femmina manifesta mutamenti nel comportamento e le sue ghiandole mammarie si ingrossano. Se la cagna non presenta però disagio fisico o psichico, non vi è alcuna necessità di procedere a trattamenti farmaceutici.