Petclub
cane petclub

linguaggio del caneIl cane ha diversi canali di comunicazione: segnali olfattivi, visivi, acustici e mimici. Inoltre, vivendo a lungo accanto all'uomo, il cane ha finito per imitare alcune delle sue espressioni, oltre a comprendere a grandi linee il suo linguaggio.

Quando si parla di comunicazione tra cane e uomo un fatto è certo: il cane non possiede un linguaggio verbale complesso ma può comprendere una cinquan­tina di parole. Non si può, però, conclude­re che non vi sia possibilità di comunica­zione tra uomo e cane. Se esemplari delle due specie, uo­mo e cane, stabiliscono molto presto stretti rapporti affettivi, spesso si ma­nifesterà un modellamento reciproco dei loro comportamenti. Questo particolare fenomeno, descrit­to dallo zoologo Heini Hediger, è chiamato “tendenza all'assimilazione”. Da qui si è sviluppa­ta la teoria etologica dell'antropomor­fismo, secondo la quale l'animale che vive a stretto contatto con l'uomo può adottare posture e mimiche che ripro­ducono quelle umane. Quando comunica con i suoi simili, il ca­ne invece impiega diversi canali di co­municazione.

Il canale vocale

I cani utilizzano vari vo­calizzi per manifestare i loro stati emotivi e cominciano molto precocemente: fin da cuccioli si fanno sentire rumorosamente per chiamare in aiuto la madre o per ottenere di essere nutriti. Questo canale di comunica­zione vocale diminuisce gradualmente di importan­za nel corso del tempo: il cane adulto si rivela, infatti, meno loquace del cucciolo.

Il canale olfattivo

Nel cane numerosi messaggi, ri­guardanti il rango sociale, lo stato di ricettività genitale e, forse, anche la muta d'origine, passano per questo canale. Co­sì, le tracce urinarie depositate dai ma­schi informano principalmente sul rango sociale di appartenenza del cane. In que­sto caso interviene anche l'aspetto visivo: la posizione del deposito di urina è scelta perché sia ben vista dagli altri cani. I cani dominanti, infatti, fanno grandi acrobazie per cercare di depositare l'urina quanto più in alto possibile.

Il canale visivo

Dalla mimica facciale alle posture, il canale visivo è preponderante nel cane adulto. Attraverso il linguaggio corporeo il cane comunica, con i suoi simili e con noi, le sue intenzioni e il suo stato. Il cucciolo appena nato è incapace di uti­lizzare completamente questo canale espressivo perché non possiede un buon controllo del proprio corpo. Solo in seguito riuscirà ad acquisire questo controllo grazie al gioco con i fratellini, e tale apprendimento durerà fino alla pubertà.