Petclub
alimentazione cane

cane che mangiaA differenza di altri predatori, i cani sono onnivori. Sulla lingua hanno un numero inferiore di papille gustative rispetto agli uomini, e sono pronti a consumare quasi qualsiasi cosa dia loro nutrimento.

Questa mancanza di esigenze si unisce a un riflesso di vomito molto accentuato, che permette loro di espellere il cibo dopo averlo ingerito se è cattivo o pericoloso.

Il cane ha uno stomaco molto ampio e un tratto intestinale relativamente corto: una combinazione ideale per un cacciatore e "spazzino" tanto opportunista. La scissione del cibo inizia nello stomaco, ma la maggior parte della digestione avviene nell'intestino.

Allo stato selvatico, i cani si nutrono con qualsiasi genere di cibo disponibile, quindi vivono di quella fonte di nutrimento per alcuni giorni. Quanto ingerito rimane nello stomaco per lo più non digerito, e solamente una piccola quantità alla volta passa nell'intestino.

Nei cani domestici ben nutriti, e specie nelle razze di dimensioni maggiori, questo comportamento naturale, unito a un esercizio insufficiente, può provocare problemi anche gravi.

Una dieta nutriente, ben equilibrata, crea un cane muscoloso, dalle ossa robuste e dal mantello sano. Una parte dell'alimentazione giornaliera deve essere a base di carne, che è un'ottima fonte di proteine e fornisce anche grassi che contengono acidi grassi indispensabili per diverse funzioni corporee, oltre che per una cute e un mantello sani.

Il resto della dieta dovrebbe consistere di fibre solubili e insolubili; un'alimentazione ben equilibrata fornirà anche tutte le vitamine quotidiane richieste. Alcuni cani amano consumare talvolta anche erba e vegetali: del resto erba, radici, bacche e verdure crude conten­gono poche sostanze nutrienti, ma possono fornire fibre preziose.