Petclub
salute cane

Una reazione allergica nel cane si verifica quando il sistema immunitario risponde in modo eccessivo a una sostanza innocua - nota come allergene - con cui il cane entra in contatto.


Le risposte allergiche possono colpire:

- la pelle, provocando prurito;

- la parete delle vie aeree, inducendo starnuti, tosse o difficoltà respiratoria;

- la parete del sistema gastrointestinale, provocando vomito o diarrea.

I cani non nascono con particolari allergie ma possono svilupparle dopo essere stati esposti a un allergene per un lungo periodo di tempo.

In una reazione allergica, il sistema immunitario produce gli anticorpi a un allergene specifico, come il polline. Se l’esposizione all’allergene è ripetuta, questi anticorpi si legano alla superficie delle “mast-cellule” che si trovano nella pelle, nel sistema gastrointestinale, nel naso. Le “mast-cellule” contengono istamina chimica, che se rilasciata provoca infiammazione dei tessuti e scatena i sintomi dell'allergia.

Le sostanze chimiche contenute nel morso degli insetti, in alcuni cibi, farmaci, piante ed erbe, acari della polvere, polline, spore di funghi e persino nelle squame della nostra pelle possono provocare reazioni allergiche nei cani.

Alcune razze sono più predisposte di altre a sviluppare reazioni allergiche. Per esempio quelle con prevalente mantello bianco, come il West Highland White Terrier, il Bull Terrier e il Setter inglese, sono predisposte alle allergie cutanee; il Golden Retriever presenta invece un’elevata incidenza di allergie gastrointestinali.

I veterinari identificano un’allergia esaminando l’anamnesi familiare, utilizzando esami della cute e del sangue, introducendo una dieta nuova o alterata, allontanando temporaneamente un cane dal suo ambiente naturale.

Trovare la causa specifica di un’allergia è tuttavia incredibilmente difficile in un cane. Per un sollievo immediato dai sintomi, i veterinari possono prescrivere antistamine e consigliare integratori di acidi grassi essenziali.

Le principali affezioni allergiche sono le seguenti.

Affezioni cutanee:

  • dermatiti da contatto
  • dermatiti cutanee
  • allergie da inalazione
  • allergie alimentari
  • orticaria
  • lupus eritematoso discoide o sistemico

Affezioni respiratorie:

  • febbre da fieno (rinite allergica)
  • bronchiti allergiche
  • polmonite allergica
  • infiltrazione di eosinofili

Affezioni gastrointestinali:

  • gastrite allergica
  • enterite allergica
  • enterite eosinofila
  • colite allergica

In ogni caso, se si sospetta che l’animale possa essere affetto da allergia, è sempre necessario consultare il veterinario per un parere.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...