Petclub
salute cane

intolleranze alimentari caniL’allergia alimentare consiste in un’esagerata reazione del sistema immunitario nei confronti di alcune particelle presenti in un alimento. A causa di alcuni squilibri del funzionamento del sistema immunitario, può accadere che l’organismo consideri queste sostanze come estranee e pericolose e metta in atto meccanismi in grado di eliminarle.

A differenza delle allergie, le intolleranze alimentari non coinvolgono il sistema immunitario. Inoltre in caso d’intolleranza la gravità dei sintomi è correlata alla quantità dell’ingrediente responsabile che viene assunta. Un esempio molto diffuso per il cane è l’intolleranza al lattosio, lo zucchero contenuto nel latte.

I sintomi di una intolleranza alimentare

I sintomi spia che possono far pensare ad un’intolleranza alimentare sono molteplici e riguardano vari apparati:

  • Apparato cutaneo: prurito non stagionale, eritemi, lesioni epidermiche alla base o all’interno dell’orecchio e sul collo, irritazione nella zona perianale
  • Apparato gastro-intestinale: vomito, diarrea, flatulenza, meteorismo, frequenti eruttazioni e singhiozzi, coliti, fenomeni di malassorbimento, stipsi alternata a diarrea
  • Apparato respiratorio: riniti, sinusiti, sindromi simil-asmatiche ricorrenti
  • Apparato oculo-congiuntivale: congiuntiviti ricorrenti, frequenti lacrimazioni
  • Apparato urogenitale: cistiti ricorrenti (anche se capita più spesso nel gatto), urinazioni frequenti
  • Sistema nervoso centrale: fenomeni di iperattività, sbalzi di umore, crisi epilettiche, generale tendenza ad ingrassare (accompagnata da notevole gonfiore addominale), tendenza a non assimilare (accompagnata da fenomeni di coliti frequenti), affaticamento precoce.

Le razze a rischio

Fra le razze di cane più sensibili alle intolleranze alimentari troviamo Pastore Tedesco, Dalmata, Labrador e Golden Retriever, Boxer, Cocker Spaniel, Westhighland White Terrier, Setter Irlandese ma anche molti incroci.

Una volta diagnosticata un’intolleranza alimentare e sospeso l’alimento incriminato, possono risolversi alcuni casi di epilessia, problemi dermatologici e possono ridursi in maniera vistosa o scomparire del tutto anche problemi comportamentali quali aggressività, depressione, irritabilità dell’animale.

Consulta comunque sempre il tuo veterinario nel caso tu sospetti un’intolleranza alimentare nel tuo cane.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...