Petclub
salute cane

Molti dei disturbi che riguardano il siste­ma riproduttivo delle femmine di cane sono estremamente gravi e talvolta letali, seb­bene il rischio possa essere notevolmente ridotto dalla sterilizzazione. Per contro, pochi dei disturbi che riguardano i maschi sono pericolosi.

Il problema principale dell’apparato riproduttore di un cane è sicuramente la sterilità. La sterilità maschile si può avere come conseguenza di affezioni a prostata o testi­coli, ipoattività della tiroide, febbre prolunga­ta. La sterilità femminile è difficile da sta­bilire, sebbene gli esami del sangue con i dosaggi ormonali durante il periodo del calore possano essere utili.

La sterilità però può giungere come danno di malattie che interessano l’apparato riproduttore. Nelle femmine può essere molto pericolosa l’infezione dell’utero, cui le cagne possono essere soggette nel periodo dopo il calore. Una cagna che ne soffre ha di solito molta sete e poco appetito. Si riposa di più e può o meno presentare perdite vaginali. Se l’infezione non viene curata, può subentrare il collasso e quindi lo shock.

Molto fastidiosa per la femmina può essere la vaginite, che la porta a leccarsi insistentemente la vulva. I cuccioli femmina invece possono essere soggetti a vaginite giovanile che scompare quasi spontaneamente quando l’animale ha il primo periodo di calore.

Tra i disturbi del sistema riproduttivo maschile è bene segnalare i disturbi della prostata, che a sua volta può infettarsi nel caso di infezioni della vescica o dell’uretra. Alla prostata possono anche svilupparsi raramente dei tumori, curabili nei casi estremi con la castrazione.

Il maschio può andare incontro anche a problemi di secrezioni eccessive dal prepuzio, dovute a ferite o infezioni batteriche. Un altro disturbo che può verificarsi nel maschio è invece il pene bloccato fuori dal prepuzio dopo l’erezione. Quando accade, il pene corre il rischio di asciugarsi e di non poter rientrare.

Infine si può verificare il fenomeno del testicolo ritenuto, una patologia ereditaria. Poiché sussiste un’elevata incidenza di tumore nei testicoli ritenuti, generalmente una volta diagnosticati vanno rimossi chirurgicamente.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE...