Petclub
salute cane

Incidenti stradali, combattimenti tra cani e ferite traumatiche sono le cause più comu­ni di emorragie. Un cane ferito può soffrire notevolmente, e dovrebbe essere quindi trattato con molta delicatezza per ridurre la sofferenza e anche il rischio di es­sere morsi.

Le ferite provocate da corpi estranei nelle loro forme più gravi richiedono l'in­tervento urgente di un veterinario, ma an­che con una ferita di lieve entità si deve per prima cosa fermare l’emorragia.

Se il cane sta sanguinando, occorre applicare una benda che serve a tenere asciutte le lesioni e proteggerle da ulteriori ferite, come potrebbero essere i dan­ni autoinflitti mentre si morde o lecca. Le bende prevengono inoltre un’ulteriore contaminazione e assorbono il liquido spurgato. Il loro utilizzo fornisce una co­stante blanda pressione per controllare do­lore o emorragie, ed evita che sacche di sie­ro si formino sotto la cute.

Le ferite spesso si gonfiano, quindi una benda che sembra applicata alla perfezione potrebbe bloccare la circolazione qualche ora dopo. Meglio non lasciare mai che la benda si bagni ed evitare che il cane la mastichi. Non tenerla per più di 24 ore, a meno di esplicita richiesta del veterinario.

Le ferite lacere sono accompagnate da alcuni o tutti i sintomi seguenti:

  • pelle lace­rata;
  • uno o più fori nella cute;
  • dolore;
  • emorragia;
  • istinto del cane a leccare su un’area spe­cifica.

Se si scopre una ferita da corpo estraneo, per prima cosa occorre lavarla con acqua ossigenata al 3%, acqua salata tiepida, acqua in bottiglia o anche corrente. Usando un paio di pinzette o le dita meglio eliminare dalla ferita lo sporco più evidente, ghiaia, schegge o altri corpi estranei di ridotte dimensioni.

Non estrarre gli oggetti penetranti, come frecce o pezzetti di legno o metallo: si potre­bbe provocare un’emorragia. In questo caso il cane deve essere subito portato da un veterinario.

Per sollevare e trasportate un cane fe­rito, si consiglia di evitare di piegarlo o voltarlo, perché si potrebbero provocare altre ferite. Avvolgete i cani di piccola taglia in una coperta; un asse per stirare o uno scaffale di legno possono invece diventare un’utile barella per quelli più grossi.