Petclub
gatto petclub

gatto che gioca a pallaAnche il gioco svolge una funzione importante nell’educazione del gatto. È fondamentale per il suo sviluppo fisico e sociale. Fin dai primi mesi il gattino ama giocare: si arrampica, salta, balza sugli oggetti in movimento ed è interessato a tutto ciò che c’è di nuovo.

Il gioco sviluppa le capacità muscolari del gatto. Gli studiosi di etologia lo ritengono essenziale, dato che un micio privato dei giochi, soprattutto nel periodo della socializzazione (tra le 4 e le 8 settimane di vita), non solo può soffrire di carenze affettive ma sarà anche meno intelligente rispetto a gatti che hanno sperimentato a fondo il gioco.

Quando il micio gioca apprende sempre qualcosa di utile. Giocando impara a saltare, a rimanere in agguato, ad afferrare, a tendere imboscate (anche immaginarie!), a inseguire: in questo modo riesce a sviluppare tutte le capacità fisiche e mentali che l’aiutano a conoscere il mondo che lo circonda.

Il gioco, inoltre, sviluppa l’intelligenza, l’abilità, l’agilità e la socievolezza del gatto. Esistono giocattoli di tutti i tipi, ma quelli preferiti dal gatto sono quelli che ricordano la preda: palline, gomitoli di lana, pupazzetti di peluche e così via.

I giochi, quindi, oltre a stimolare il movimento del gatto, a richiamare il suo istinto predatorio (gioco della caccia al topo, all’uccello, al pesce), possono aiutarci a educarlo.

Educare il gatto con il gioco è un modo efficace per ottenere una sua buona azione. Offrire un gioco come premio o ricompensa dopo che l’animale si è comportato in maniera corretta ci aiuterà ad insegnargli le regole per una buona educazione e per una serena convivenza.

Tutte le volte che il gatto risponde al proprio nome, fa i bisogni nella sua lettiera, non graffia divani e tende, prende una medicina, non aggredisce gli ospiti può essere premiato subito con un gioco, per incoraggiarlo a comportarsi sempre così. Il momento del gioco, però, dovrà essere immediatamente successivo all’atto meritorio, altrimenti il micio non sarà capace di collegare quale tra le sue azioni gli ha fatto conquistare un momento così divertente.

Dunque alla pari di carezze, coccole, ghiottonerie, anche il gioco è un momento indispensabile non solo per costruire e mantenere un ottimo rapporto con il proprio gatto, ma anche per educarlo alle buone maniere!