Petclub

Il comportamento dei gattiNon esistono due gatti uguali, ognuno ha la propria personalità. Il carattere, nei gatti, varia a seconda degli individui, ma le differenze possono dipendere anche dalle caratteristiche della razza e dall’ambiente in cui vivono. Tuttavia diversi comportamenti sono riconoscibili in ogni gatto: sono atteggiamenti nei quali è possibile ritrovare un preciso significato.

Capire il comportamento dei gatti e saper interpretare i loro gesti è importante, non solo per intuirne le intenzioni, ma anche per impostare una buona convivenza.

Perché il gatto ama strofinarsi contro le gambe delle persone? È il suo rituale di benvenuto, il suo modo di salutarci. Ma, nello stesso tempo, è un modo per sentire l’odore e per marchiare l’uomo con il suo: lo scambio di odori è molto importante per il gatto e lo fa sentire più a suo agio con i padroni.

Perché il gatto “impasta” con le zampe anteriori il grembo del padrone? È un comportamento infantile che il gatto manterrà per tutta la vita. Quando vede una persona seduta e con il ventre libero, il micio riceve segnali simili al richiamo di mamma gatta per la poppata. Così ridiventa cucciolo, ed esegue sulla pancia o sulle ginocchia tutti quei movimenti di impastatura (detta anche “danza del latte”), necessari a procurarsi il latte materno.

Perché il gatto muove la coda in certe situazioni? Di solito si crede che il gatto sia arrabbiato, ma in realtà l’animale dimostra di trovarsi in uno stato conflittuale: vorrebbe fare due cose nello stesso momento, ma una esclude l’altra. Dunque, quando il gatto è attratto da due desideri opposti, la sua coda reagisce come se il corpo fosse prima spinto da una parte, e poi dall’altra.

Perché il gatto soffia? Quando il micio si trova in una situazione pericolosa, emette un suono (soffio) molto simile a quello prodotto da un serpente arrabbiato nella stessa condizione: imitandolo, il gatto vuole dare l’impressione al suo nemico di essere pericoloso e velenoso.

Perché il gatto arcua la schiena e drizza il pelo? Solitamente assume questo comportamento quando si sente minacciato da un cane o durante un combattimento tra gatti. Il gatto arcua la schiena, solleva il pelo e si mette di traverso rispetto al suo nemico, per ottenere un effetto di ingrossamento e spaventare l’avversario.

Perché al gatto piace farsi le unghie sui divani o sulle poltrone? Il gatto non solo sfrutta i nostri mobili per affilarsi le unghie. Graffiare poltrone e divani è anche un ottimo allenamento e un esercizio di rafforzamento nello sfoderare e ritirare le unghie, movimento fondamentale per catturare le prede, per combattere o arrampicarsi. È anche un modo per lasciare il proprio odore e marchiare il territorio.

Perché al gatto piace stare in alto? Non è solo un modo per tenere sotto controllo il suo territorio, ma anche per tenere d’occhio una preda, per riposare in tranquillità, per “parlare” con i padroni. Molto spesso, infatti, per salutare l’uomo e per ricevere coccole e attenzioni, i gatti cercano luoghi elevati (il tavolo, la credenza, i mobili della cucina), grazie ai quali la comunicazione è più diretta.