Petclub
età gatto

gattino che mangia

I cuccioli di gatto, senza dubbio, hanno un fabbisogno nutrizionale diverso da quello del gatto adulto: un’alimentazione sana ed equilibrata consente loro di crescere correttamente.

I gattini neonati pesano in media 100 grammi e per 6-7 settimane vengono nutriti solamente con il latte materno. I pasti sono frequenti (dalle 2 alle 6 ore di intervallo, in base a quante settimane di vita hanno i micini), ma non troppo abbondanti: la quantità di latte che un cucciolo di gatto deve assumere aumenta all’aumentare del suo peso. Attorno alle 2 settimane (peso compreso tra i 100 e i 150 g) dovrà assumere 30-40 g di latte; a 5 settimane, 80-90 g di latte.

Il ritmo di crescita dei gattini, inoltre, è molto veloce, se si considera che il loro peso aumenta dal 5 al 10% ogni giorno: la rapidità è dovuta, in particolare, alla ricchezza nutritiva del latte di mamma gatta.

Nel caso in cui i gattini non possano essere allattati con il latte materno, è necessario ricorrere all’allattamento artificiale utilizzando latte in polvere specifico per micini che possiamo trovare facilmente in farmacia o nei negozi di animali. Le dosi che coprono il fabbisogno nutrizionale del gattino variano nel corso delle settimane: dai 13 ml ogni 100 g di peso nella prima settimana crescendo progressivamente oltre i 20 ml nella quarta.

Attorno alle 6 settimane per i cuccioli di gatto comincia lo svezzamento: è il momento in cui il gattino passa da un’alimentazione esclusivamente a base di latte a una dieta solida.

Ogni cambiamento dell’alimentazione, però, deve essere graduale e ben distribuito nell’arco di alcune settimane: possiamo, infatti, introdurre il nuovo cibo quando i gattini assumono ancora il latte materno. Integrando la poppata con alimenti facilmente digeribili, possiamo assicurare al gattino una razione adeguata al suo fabbisogno nutrizionale.

Gli alimenti devono essere ben tritati, ammorbiditi, facili da masticare, affinché il micino impari ad apprezzare il nuovo regime alimentare a base di carne frullata, omogeneizzati di pollo e vitello, cereali, pesce ben cotto e sminuzzato, e alimenti specifici per cuccioli di gatto. Spetta a noi decidere se optare per il cibo preparato in casa o per il cibo confezionato, ma è fondamentale scegliere un’alimentazione corretta per crescere un gattino in buona salute!

Dopo lo svezzamento, il cucciolo di gatto ha bisogno di una dieta ricca di calcio e di fosforo, di proteine, vitamine, sali minerali per favorire un corretto sviluppo delle ossa, dei denti, della muscolatura. La taurina, inoltre, previene gli stati carenziali e favorisce la crescita di un pelo liscio e brillante.

I cibi confezionati sono formulati seguendo le esigenze dei gattini: garantiscono loro un’alimentazione ad alto contenuto calorico e ad elevato valore proteico, dal momento che il loro fabbisogno nutrizionale è piuttosto elevato. I micini, infatti, passano il loro tempo a giocare, a saltare, ad arrampicarsi: la loro attività fisica è molto intensa e si conta che il loro fabbisogno calorico ammonti a 150 Kcal per ogni Kg di peso vivo. Dopo l’anno, si stabilizza intorno alle 70-90 Kcal per Kg.