Petclub

Il gatto certosino

Le leggende legate all’origine e alla diffusione del gatto Certosino sono moltissime. Giunto in Francia a bordo delle navi mercantili che assicuravano gli scambi con l’Oriente, sarebbe originario della Siria, o delle zone montuose della Turchia e dell’Iran. A confermare questa ipotesi, la struttura fisica massiccia del Certosino, con il pelo folto e spesso, particolarmente adatto a sopportare i climi più rigidi.

Sul suo nome, invece, le spiegazioni sono varie: secondo alcuni la razza venne creata dai monaci certosini, secondo altri il loro pelo ricorda un tipo di lana spagnola molto morbida, che si chiama “pile des Chartreux”.

Proprio per la bellezza singolare del suo pelo, il Certosino fu costretto a combattere contro chi ambiva alla sua splendida pelliccia. Nel XVIII e XIX secolo, infatti, i pellicciai utilizzarono spesso il suo mantello che, rasato a mezzo pelo e tinto, veniva spacciato come pelliccia di lontra.

Il pelo del Certosino non può non affascinare. È di colore blu, in realtà un grigio-azzurro chiaro e uniforme senza tracce di altri colori, e blu devono essere anche la pelle, il naso, le labbra e i cuscinetti delle zampe. Il mantello non richiede grandi cure: solo nei periodi della muta si consiglia di spazzolarlo almeno una volta a settimana.

Il carattere del certosino

Il gatto Certosino ha un aspetto rotondo e simpatico. È un animale molto buono, socievole, che va d’accordo con gli altri gatti e persino con i cani!

È mansueto, tranquillo, molto affettuoso e devoto al padrone, che non perde occasione di seguire in ogni suo spostamento. Adora strofinare il naso e la testa contro il viso del suo compagno umano, ama le coccole e le carezze.

È molto disponibile come animale da compagnia, pur se irremovibile su alcuni punti: non ama essere preso in braccio, né manipolato, ma si ostina a rivendicare la propria indipendenza. Perciò non è il gatto ideale per persone troppo possessive o dominanti, che hanno bruschi sbalzi d’umore. Lo è invece, molto spesso, per persone sole o anziane.

Ha un temperamento molto equilibrato, capace di adattarsi a ogni situazione: non è invadente, né timido, né aggressivo. Vive bene in appartamento, ma non disdegna cacciare all’aperto. Il suo comportamento cambia se si hanno altri gatti in casa: in questo caso, preferirà passare più tempo con i suoi compagni felini, e non con l’uomo.

Le caratteristiche di razza

Il Certosino è un gatto robusto, massiccio, muscoloso. Ha petto e spalle larghi, zampe corte, ma proporzionate. La coda è abbastanza lunga, ma anch’essa proporzionata al corpo e dello stesso colore, senza nessuna striatura.

La testa è particolare: ha la forma di un trapezio rovesciato, il naso largo e dritto, senza stop. Le orecchie sono alte e di grandezza media, leggermente arrotondate. Gli occhi sono grandi, non troppo rotondi, vivaci, e soprattutto nei colori che vanno dall’arancione al rame.