Petclub

Il gatto Persiano è senza dubbio la razza più popolare e diffusa nel mondo. Importato in Europa dal Medio Oriente nel XVII secolo, ha avuto immediato successo. Nel 1871 i primi gatti Persiani vengono esposti al Crystal Palace di Londra: erano blu, neri e bianchi. In seguito, dopo numerosi e sistematici accoppiamenti, gli allevatori selezionarono non solo nuove varietà di colore, ma anche di struttura.

Gatto persiano

I primi gatti Persiani avevano un aspetto longilineo, il muso lungo, grandi orecchie, pelo semilungo. Gli allevatori hanno lavorato molto sulla selezione del gatto Persiano che conosciamo oggi. Gli inglesi hanno lavorato sul colore e sulla tonalità del mantello, gli americani sulla struttura e sulla morfologia con risultati a dir poco rivoluzionari: il limite raggiunto è un gatto detto Peke-faced Persian (Persiano a faccia di Pechinese), con naso inesistente e occhi enormi e sgranati!

Senza dubbio, più di cento anni di selezione hanno prodotto i loro effetti: esistono ben 180 varietà di gatto Persiano. Oggi, nonostante le diverse tendenze nell’ambito della selezione, si cerca di mantenere una struttura morfologica che rispetti lo stato di salute dell’animale.

Il carattere del Persiano

Il Persiano è un perfetto gatto di casa. È tranquillo, pacifico, molto affettuoso e mai aggressivo: è ideale anche per persone anziane o sole. È molto socievole, ama il gioco, sa adattarsi bene alla presenza dei bambini e non ha problemi di convivenza con i suoi simili o con altri animali. Non soffre la solitudine, quindi è adatto anche a chi passa molto tempo fuori casa, ma non lo è per chi non può garantirgli tutte le cure di cui ha bisogno.

Il gatto Persiano attuale è più corto, più massiccio, più compatto rispetto al gatto originario. È basso sulle zampe, ha un’ossatura corta e massiccia, la muscolatura ben sviluppata. Le zampe sono corte e grosse, i piedi larghi e rotondi con ciuffi di pelo tra le dita. La coda è corta e ricca di pelo, arrotondata sulla punta.

La testa è rotonda, così come rotonde e piene sono le guance. Il naso è cortissimo e piatto e ha uno stop molto pronunciato. Le orecchie sono molto piccole, arrotondate sulla punta, ben distanti e con ciuffi di pelo alla base. Gli occhi sono grandi, rotondi, sporgenti, brillanti, e sono color arancio o rame nei colori solidi, blu nei colourpoint, verde smeraldo cerchiati di nero nei silver. Gli occhi del Persiano richiedono cure frequenti e costanti: causa lacrimazione abbondante, vanno puliti più volte al giorno.

Il mantello è lungo e fitto. Il pelo è particolarmente lungo attorno alla gorgiera, sulle spalle e sul petto. Per evitare nodi, deve essere pettinato e spazzolato tutti i giorni.

I colori del mantello sono numerosissimi, suddivisi in mantelli solidi, mantelli tabby, mantelli con la pezzatura bianca, mantelli silver.