Petclub
salute gatto

malattie del gatto

Se conosciamo bene il nostro gatto e notiamo in lui comportamenti diversi da quello abituale, bisogna considerare l’ipotesi che sia stato colpito da una malattia. Sarà perciò consigliabile sottoporre l’animale a una visita veterinaria, in modo da rendere più veloce il trattamento e il decorso della malattia.

I gatti possono essere soggetti a diverse patologie: ecco una breve guida ad alcune delle più diffuse malattie dei gatti.

La panleucopenia

La panleucopenia (o gastroenterite virale) è una malattia virale grave e molto contagiosa.

  • Sintomi principali: vomito persistente, diarrea, febbre alta, rifiuto di cibo e acqua.
  • Cure: si consiglia di affidarsi subito al veterinario. La terapia è sintomatica, volta a combattere disidratazione e infezioni secondarie, e a base di antibiotici.
  • Prevenzione: vaccinazione.

La leucemia felina (FeLV)

La leucemia felina (FeLV) è una malattia virale molto contagiosa. Il virus si trasmette di solito per semplice contatto salivare.

  • Sintomi principali: difese immunitarie deboli, perdita di peso, vomito, debilitazione, difficoltà respiratorie.
  • Cure: non ne esistono di efficaci, i trattamenti terapeutici hanno solitamente lo scopo di migliorare la qualità di vita del gatto.
  • Prevenzione: vaccinazione.

L'immunodeficienza felina (FIV)

L’immunodeficienza felina (FIV) è provocata da un virus molto simile a quello che provoca l’HIV nell’uomo, ma quest’ultimo non ne verrà mai contagiato.

  • Sintomi principali: rifiuto del cibo, perdita di peso, diarrea, gengiviti, stomatiti, problemi respiratori.
  • Cure: la malattia è al momento incurabile.
  • Prevenzione: non esiste ancora un vaccino.

La rabbia

La rabbia è trasmissibile tramite morso o contatto della saliva con una ferita o una mucosa. Colpisce i gatti, ma anche l’uomo.

  • Sintomi principali: cambiamenti improvvisi del carattere, aggressività, miagolio roco, pupille dilatate, difficoltà respiratorie, unghie sfoderate.
  • Cure: la malattia è al momento incurabile.
  • Prevenzione: vaccinazione antirabbica.

La clamidiosi

La clamidiosi è una delle malattie respiratorie meno conosciute, ma può colpire anche l’apparato genitale del gatto, l’apparato digerente nel tratto intestinale, la placenta.

  • Sintomi principali: congiuntivite unilaterale o bilaterale, rinite acuta che può diventare polmonite.
  • Cure: antibiotici, colliri e pomate per occhi.
  • Prevenzione: vaccinazione specifica contro la clamidiosi.

La rinotracheite felina (o influenza del gatto)

La rinotracheite felina (o influenza del gatto) comprende numerose malattie respiratorie.

  • Sintomi principali: starnuti, perdita di muco e pus dagli occhi, febbre, difficoltà respiratorie.
  • Cure: di solito è il veterinario a stabilire la terapia più adeguata.
  • Prevenzione: vaccinazione.

La toxoplasmosi

La toxoplasmosi è una malattia parassitaria molto diffusa. Può infestare sia il gatto che l’uomo. È importante sapere che il gatto non è la principale causa di contagio, ma lo sono più frequentemente carni crude o poco cotte e verdure contaminate, oltre a topi, piccioni e scarafaggi.

  • Sintomi principali: anoressia, febbre, polmonite, epatite, convulsioni, lesioni cerebrali. La diagnosi sicura si può avere solo dopo l’analisi del sangue.
  • Cure: a base di antibiotici.
  • Prevenzione: non esiste un vaccino.

Nell’uomo sono gli alimenti contaminati ad essere i maggiori responsabili della contrazione di questa malattia. La toxoplasmosi può essere molto pericolosa per le donne in gravidanza. Pertanto, per evitare il contagio, è bene prendere le giuste precauzioni: evitare carni e verdure crude mal lavate, lavare sempre le mani dopo contatti pericolosi, affidare la pulizia della cassetta igienica del gatto ad un’altra persona, non dare all’animale latte, carne e pesce crudi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...


Advantage Spot on per Gatti

Advantage Spot on per Gatti

Soluzione spot-on per gatti piccoli e conigli piccoli

Scopri di più