Petclub
salute gatto

Quando il gatto va a caccia, non si affida solo alla sua vista, ma anche alle sue ipersensibili orecchie. Le orecchie del gatto hanno una struttura molto delicata e possono essere colpite da fastidiose malattie. Le malattie dell’orecchio diminuiscono le capacità sensoriali del nostro gatto. Perciò, per prevenirle, è sempre bene curare e pulire le orecchie del nostro micio con grande attenzione e delicatezza.

malattie dell'orecchio nel gatto

Eccessiva produzione di cerume, secrezioni oleose, cattivi odori, presenza di croste, sono i sintomi di un’infiammazione alle orecchie. Se oltre a questi sintomi si nota che il gatto comincia a scuotere o a piegare la testa da un lato, a toccarsi o a grattarsi le orecchie con le zampe per calmare i fastidi che sente, è molto probabile che il gatto abbia l’otite. Per averne la certezza, è meglio portare il gatto dal veterinario e sottoporlo ad un esame dell’orecchio.

Se la malattia si presenta in forma leggera, il gatto può ricevere le prime cure dal proprio padrone. La cura più immediata è una pulizia accurata dell’orecchio utilizzando un batuffolo di cotone imbevuto di olio per bambini, oppure prodotti a base di sostanze disinfettanti che si possono trovare in farmacia o possono essere raccomandati dal veterinario. Se non si notano miglioramenti, è necessario affidarsi alle cure del veterinario.

Attenzione! Per la pulizia non vanno mai usati i comuni bastoncini per le orecchie (cotton fioc). Infatti, non solo la sporcizia verrebbe spinta più in profondità, ma si correrebbe il rischio di provocare lesioni pericolose al timpano del gatto.

Principali malattie dell'orecchio

Tra le malattie dell’orecchio, particolarmente diffusa è l’acariasi. I sintomi sono facilmente riconoscibili: il gatto scuote la testa, si gratta le orecchie, sente dolore, si notano croste secche di color marrone o nero, e si possono vedere ad occhio nudo piccoli puntini biancastri in movimento, gli acari. I gatti sono spesso colpiti da questo tipo di fastidiosi parassiti.

Le cure non sono difficili, ma richiedono pazienza, perché non devono essere interrotte prima di trenta giorni. Si utilizzano sostanze oleose, o prodotti per gatti specifici per l’eliminazione degli acari: vanno somministrate una volta al giorno, avendo cura di massaggiare bene la parte sotto l’apertura dell’orecchio. Il nostro gatto ne sentirà subito i benefici. Se non si notano miglioramenti, è opportuno rivolgersi al veterinario.

Anche i corpi estranei possono causare notevoli disagi ai nostri amici gatti. Non è raro che un’arista di grano o qualche altro corpo estraneo penetri nell’orecchio del gatto fino a raggiungere il timpano, causandogli forti dolori. I sintomi sono evidenti: il gatto scuote la testa e si tocca le orecchie con le zampe per il dolore.

In questi casi, è necessario portare subito il gatto dal veterinario, dato che è molto difficile riuscire a vedere un corpo estraneo quando si trova dentro l’orecchio. Non si devono fare tentativi, né versando gocce che renderebbero meno visibile il corpo estraneo, né usando un bastoncino per le orecchie, che spingerebbe il corpo estraneo ancora più in profondità dentro l’orecchio, con la possibilità di peggiorare le condizioni di salute del nostro gatto.

Infine, le orecchie dei gatti possono presentare ferite e lesioni (di solito da combattimento). Le piccole ferite non vanno trascurate: possono guarire in poco tempo, ma a volte è possibile che si formi del pus sotto la pelle. In questi casi, è fondamentale l’intervento del veterinario.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...


Advantage Spot on per Gatti

Advantage Spot on per Gatti

Soluzione spot-on per gatti piccoli e conigli piccoli

Scopri di più