Petclub
salute gatto

Le malattie infettive dell’apparato respiratorio sono molto frequenti nei gatti e sono anche malattie molto contagiose.

Raffreddore e coriza

malattie respiratorie gattiLa più diffusa malattia respiratoria del gatto è senza dubbio il raffreddore. I nostri gatti possono essere colpiti da raffreddori leggeri e facilmente curabili, ma altre forme di raffreddore richiedono l’intervento immediato del veterinario per la loro aggressività e pericolosità.

La coriza fa parte dell’ampio gruppo dei raffreddori felini. È una delle malattie respiratorie più gravi che colpiscono il gatto. È un’infiammazione delle vie aeree che attacca naso, occhi, bocca, laringe e trachea. Ne sono responsabili i virus della rinotracheite felina e del calicivirus. Ha facile diffusione: i gatti si infettano stando a contatto con altri gatti malati o con portatori sani di uno dei virus responsabili della malattia.

I sintomi sono evidenti dopo un periodo di incubazione. Il gatto ha il naso irritato, starnutisce, ha prurito, le secrezioni nasali sono dense di muco e di pus, ha difficoltà a respirare. Anche gli occhi ne sono colpiti: congiuntivite, lacrimazione abbondante e piena di pus. Il gatto, inoltre, può avere forti dolori alla bocca, al punto da non riuscire a mangiare. In alcuni casi la coriza si può sviluppare anche nella laringe, nella trachea fino ad arrivare ai bronchi.

Le cure sono a base di antibiotici somministrati per iniezione, associati ad aerosolterapia. Se la coriza non viene curata in maniera efficace, può diventare cronica. Perciò, alla comparsa dei primi sintomi, è bene portare subito il gatto dal veterinario, dato che le complicazioni di questa malattia sono molto numerose. Inoltre, dal momento che la coriza è una malattia difficile da curare e a rischio di cronicità, la soluzione migliore è prevenirla con la vaccinazione.

Altre malattie respiratorie

Il raffreddore dei gattiNon finisce qui! I nostri gatti possono essere colpiti da altre malattie respiratorie.

La laringite è una malattia fastidiosa, ma non pericolosa. I sintomi sono dati da una forte tosse, simile all’abbaiare di un cane. Per curare la laringite del gatto non devono essere mai usati medicinali contro la tosse che si possono avere in casa, ma è bene rivolgersi al veterinario.

Anche il principale sintomo della bronchite è la tosse. Le cure sono piuttosto lunghe, a base di medicinali per sciogliere il muco e di inalazioni.

Se il nostro gatto respira affannosamente e in maniera irregolare, ha la febbre molto alta e non ha appetito, è necessario chiamare immediatamente il veterinario: potrebbero essere i sintomi di una polmonite, molto pericolosa per la sua vita. Il veterinario interverrà tempestivamente con cure a base di antibiotici, sulfamidici e mucolitici.

Difficoltà respiratorie ed eccessi di tosse, infine, sono i sintomi più comuni dell’asma. Spesso è la manifestazione di un’allergia. Anche durante gli attacchi d’asma la respirazione è affannosa e ansimante. Nei casi più gravi labbra, gengive e lingua diventano blu, e spesso il gatto può collassare. Il veterinario cercherà di individuare la natura dell’allergia e di eliminare con i medicinali adeguati il fattore che scatena gli attacchi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...


Advantage Spot on per Gatti

Advantage Spot on per Gatti

Soluzione spot-on per gatti piccoli e conigli piccoli

Scopri di più