Petclub
salute gatto

Spesso si dice che i gatti hanno nove vite, dato che hanno la fama di essere animali forti. Purtroppo, però, questo non vale per la loro resistenza alle malattie, soprattutto a quelle virali. Le malattie virali minacciano la salute e la vita dei nostri mici. Alcune sono incurabili, e nei casi più gravi possono essere fatali. Ecco perché si consiglia di vaccinare i gatti contro le malattie virali più pericolose.

La panleucopenia (o gastroenterite infettiva felina) è una malattia virale contagiosa (parvovirus) che interessa soprattutto i mici giovani. Vomito persistente, febbre alta, rifiuto di cibo e acqua, disidratazione, diarrea emorragica sono i sintomi di questa malattia. Se si notano questi segnali, si consiglia vivamente di affidarsi subito alle cure del veterinario. Per prevenire la panleucopenia (mortale nell’80% dei casi), la vaccinazione è il solo strumento efficace.

La rinotracheite felina (o influenza del gatto) è una malattia virale molto diffusa. È il nome comune usato per indicare un numero considerevole di malattie virali respiratorie provocate da una serie di virus. I sintomi tipici sono starnuti, tosse, perdita di appetito, secrezioni di muco e di pus dagli occhi, febbre, difficoltà respiratorie. Ai primi sintomi si consiglia di portare il gatto dal veterinario, e per prevenire questa malattia si suggerisce la vaccinazione.

Anche la leucemia felina (FeLV) è una malattia virale molto contagiosa. Il gatto ammalato di leucemia manifesta una notevole varietà di sintomi: difficoltà respiratorie, perdita di peso, debilitazione, vomito, indebolimento delle difese immunitarie. Per questa malattia non esistono cure efficaci e spesso può essere fatale per il nostro gatto. L’unica cura possibile è prevenire la malattia attraverso la vaccinazione contro la FeLV.

L’immunodeficienza felina (FIV) è provocata da un virus che debilita fortemente il sistema immunitario dei gatti, che sono così esposti a tutte le malattie. Numerosi i sintomi: problemi respiratori, dermatiti, rifiuto del cibo, perdita di peso, diarrea, gengiviti, stomatiti, sonno profondo. Il gatto ammalato di FIV è resistente alle cure. La malattia, oltre a essere molto contagiosa (ferite da morso e saliva), è anche incurabile e porta alla morte il nostro gatto. Non esiste ancora un vaccino.

I nostri gatti possono contrarre (per via orale, tramite feci o muco) anche la FIP (Peritonite Infettiva Felina). Vari i sintomi: febbre, diarrea, vomito, perdita di peso, ingrossamento dell’addome, inappetenza, difficoltà respiratorie, depressione. Anche la FIP è incurabile e porta alla morte. Esiste un vaccino, ma sono tuttora in corso discussioni sulla sua efficacia.

La rabbia, trasmissibile tramite morso o contatto della saliva con una ferita o una mucosa, colpisce sia il gatto sia l’uomo. Alla comparsa dei sintomi (cambiamenti improvvisi del carattere o del comportamento del gatto, reazioni aggressive, pupille dilatate, miagolio roco, difficoltà respiratorie, unghie sfoderate, disposizione ad attaccare persone e altri animali), la morte è inevitabile. Per fortuna esiste un vaccino che garantisce protezione a noi e ai nostri gatti.

La clamidiosi, infine, è una delle malattie respiratorie meno conosciute. Interessa la mucosa congiuntivale e respiratoria, ma può colpire anche l’apparato genitale. Può essere trasmessa anche all’uomo. Le cure sono a base di antibiotici, ma fortunatamente esiste un vaccino che consente di prevenire la malattia.

In ogni caso, se si manifestano sintomi che possano far temere l’insorgere di una malattia virale nel gatto, è sempre consigliabile rivolgersi al veterinario per un consulto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...


Advantage Spot on per Gatti

Advantage Spot on per Gatti

Soluzione spot-on per gatti piccoli e conigli piccoli

Scopri di più