Petclub
salute gatto

scottature solari nel gatto

La presenza del pelo protegge in genere il gatto dall’azione irritante dei raggi solari. Alcune razze, in particolare quelle con man­tello bianco o con zone depigmentate e pelo raso, possono essere particolarmente sensibili all’esposizione al sole e rendere il gatto soggetto alla dermatite solare.

I sintomi sono quelli tipici di una scottatura solare: arrossamento, gon­fiore delle spalle e del dorso, dolore. Nel caso di dermatite solare il gatto deve essere posto immedia­tamente al riparo dal sole e nei casi gravi sottoposto a una corticoterapia d’urgenza. An­che in seguito andrà evitata l’esposizione solare prolungata. Per guarire le lesioni sul naso si usano pomate a base di corticosteroidi e an­tibiotici. Per prevenire la dermatite nasale è neces­sario applicare, sulle zone a rischio, delle creme solari con fattore protettivo molto alto.

Il colpo di calore, invece, è una grave ipertermia corporea che può rapidamente terminare con edema cerebrale e morte dell’animale. Il più delle volte questa patologia è dovuta alla disattenzione del proprietario che lascia il gatto in macchina, al sole e con i finestrini chiusi.

Quando la temperatura e l’umidità am­bientale sono molto elevate, come può acca­dere in un’automobile chiusa, il meccanismo di dissipazione del calore del gatto entra in crisi e la temperatura corporea aumenta fino a provocare gravi scompensi metabolici e la morte per edema cerebrale e shock terminale.

I sintomi del colpo di calo­re variano in relazione alla durata dell’espo­sizione all’ambiente surriscaldato e alla capacità di resistenza dell’animale. In genere il gatto è debole, ansima violentemente in preda all’agitazione. Le mucose sono rosso scuro, quasi cianotiche, e la fre­quenza cardiaca è molto elevata. Nei casi più gravi presenta vomito, diarrea, convulsioni e stato comatoso.

La prognosi dipende dalla rapidità d’inter­vento e dal peggioramento dei sintomi. Il soccorso all’animale deve essere immedia­to ed è necessario provvedere subito ad abbassare la temperatura corporea: il gatto deve essere messo all’ombra in un luogo aerato e deve essere bagnato con impacchi di acqua fredda cercando di far scendere gradualmente la temperatura (da evitare gli sbalzi termici troppo elevati che potrebbero mettere in serio pericolo la vita del gatto). Nel frattempo è utile controllare la temperatura corporea ogni 10 minuti sospendendo il trattamento quando la temperatura è scesa intorno ai 39,5° gradi. Il gatto deve poi essere trasportato con urgen­za dal veterinario più vicino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...


Advantage Spot on per Gatti

Advantage Spot on per Gatti

Soluzione spot-on per gatti piccoli e conigli piccoli

Scopri di più