Petclub
salute gatto

gatto con gomitoloI gatti possono subire, nel corso della loro vita, traumi di diversa natura: incidenti, fratture, cadute. Cosa si può fare in queste spiacevoli e delicate situazioni?

In seguito ad un incidente il gatto può avere un collasso, il suo battito cardiaco è generalmente accelerato, il respiro è affannoso e l’animale può essere scosso da brividi di freddo.

Il gatto che subisce un trauma può manifestare aggressività soprattutto quando, per aiutarlo, si toccano involontariamente parti del corpo che sono molto sofferenti. Per prevenire reazioni aggressive verso le persone, si consiglia di tranquillizzare il gatto con il tono della voce e con la delicatezza dei gesti.

In caso di traumi, le regole di pronto soccorso da osservare sono alla portata di ogni padrone.

Immobilizzare il gatto

Prima di portare il gatto dal veterinario, è consigliabile avvolgerlo in una coperta, in un asciugamano o in qualsiasi altra cosa calda a disposizione (anche una felpa o un maglione), avendo cura di tenerlo in braccio con le zampe possibilmente immobilizzate e la testa abbassata.

È sconsigliato cercare di dare da bere o da mangiare al gatto, perché le sue condizioni potrebbero peggiorare.

Per trasportare l’animale dal veterinario sarà utile l’aiuto di un’altra persona che possa tenere il gatto più fermo possibile. In generale è comunque sufficiente trasportare il gatto, sempre avvolto in una coperta, dentro a una scatola o a un trasportino, ricordandosi di posizionare la testa più in basso rispetto al corpo.

In caso di traumi alla colonna vertebrale, causati solitamente da cadute dall’alto o da incidenti stradali, per evitare ulteriori lesioni durante il trasporto sarà opportuno posizionare il gatto su un sostegno rigido, in modo che testa, tronco e bacino restino allineati.

Chiamare il veterinario

In caso di trauma cranico, invece, è bene far intervenire il veterinario nel più breve tempo possibile.

È importante sapere che, per soccorrere subito i gatti che hanno subito un trauma, è possibile rivolgersi a servizi veterinari a domicilio (anche notturni e festivi) e a servizi di pronto soccorso veterinario, attivi 24 ore su 24. Una sicurezza in più per gatti e padroni in difficoltà!